Questo appuntamento fa parte di un  percorso ideato da antoniolupi: un nuovo obiettivo che ci porta a riflettere sulla rappresentazione, sulla città e sull’architettura attraverso immagini e disegni. Iniziato con la mostra "Sezione di paesaggio anonimo", che raccoglieva i disegni di  Beniamino Servino, il percorso continua e si articola con un programma di mostre ed eventi curati da Luca Galofaro, architetto, professore e curatore della prossima Biennale d'Architecture al Frac Centre di Orléans. Lo showroom “Pietra e Fuoco” nel quartier generale toscano antoniolupi diventa  palcoscenico della mostra COLLAGE di Luca Galofaro. Lo spazio per l’occasione sarà trasformato in una vera e propria galleria d’arte nella quale le opere pittoriche sono contestualizzate in un perfetto equilibrio spazio-temporale. Mai come adesso il confine tra Arte e Design è diventato sottile, labile, quasi inesistente. Le contaminazioni sono infatti sempre più frequenti e possiamo dire che ci troviamo in uno scenario di totale evoluzione. L'Arte ispira ed emoziona, il Design sviluppa un concetto e lo trasforma in una funzione: potremmo pensare che i due vadano in direzioni diverse per non dire opposte.

L’autore Luca Galofaro descrive così il suo lavoro: “Le origini delle mie immagini hanno  provenienze diverse. I frammenti vengono estratti dall’archivio, l’origine è comunque importante perché custodisce tempi e luoghi, che interagiscono con la memoria. Cartoline, fotografie d’architettura e paesaggi, dipinti, foto personali, si sovrappongono di continuo”  Andrea Lupi afferma: “Il nostro percorso di sostegno al mondo dell’arte in questi anni ci ha già visti sponsor della pubblicazione di un libro e della mostra di Beniamoino Servino. Sono molto orgoglioso di proseguire questo percorso portando l’Arte in Azienda e dando spazio ad artisti contemporanei. Da parte nostra, volevamo offrire un modo nuovo di vivere l’arte: qui in azienda gli artisti affiancano le loro opere ai nostri oggetti offrendo una nuova visione dell’arte e mettendo in contatto la contemporaneità del design con quella dell’arte.»

antoniolupi is not new to collaborations with artists: in 2007 there was a first experience with Anne and Patrick Poirier, internationally known artists. Their works have been exhibited at the Center Georges Pompidou in Paris, at the Palais des Beaux-Arts in Brussels, at the MOMA, at the Museum Moderner Kunst in Vienna, etc. Vascabarca was absolutely the first experience that antoniolupi had with the artistic world linked to the concept of uniqueness and pure emotion. The two artists created a unique object for antoniolupi: the sculpture of a boat with the function of a bathtub. The function does not prevail on emotion: the function is valued as an absolute moment and full of emotion .... the bathing of art ... This work marks the beginning of a new path that binds more and more, for antoniolupi, experience of design to that of art, creating a context of contamination that marks the growth of the brand in an important way.

In 2017 antoniolupi has in fact sponsored the publication of the Vacua Forma book, published by Verbus Editrice: the book collects the works of architect Beniamino Servino in an editorial project that stands out for its particular artistic value. The work consists of 384 pages; presents itself as a collection of texts, drawings and photographs made by Servino himself in recent years. antoniolupi with this approach to the art world wants to be recognized not only as a producer of projects of quality and great beauty, but also as a promoter of cultural enrichment, being able to give life to artistic works from timeless beauty. The path started a few years ago is increasingly finding its way and has the potential to express a future planning still full of original and stimulating initiatives.