Un percorso ideato da antoniolupi: un nuovo obiettivo che ci porta a riflettere sulla rappresentazione, sulla città e sull’architettura attraverso immagini e disegni. Iniziato con la mostra "Sezione di paesaggio anonimo", che raccoglieva i disegni di Beniamino Servino, il percorso continua e si articola con un programma di mostre ed eventi curati da Luca Galofaro, architetto, professore e curatore della prossima Biennale d'Architecture al Frac Centre di Orléans. La mostra COLLAGE è stata inaugurata il 25 settembre 2017 presso lo spazio antoniolupi "Pietra e Fuoco".

Mai come adesso il confine tra Arte e Design è diventato sottile, labile, quasi inesistente. Le contaminazioni sono infatti sempre più frequenti e possiamo dire che ci troviamo in uno scenario di totale evoluzione. L'Arte ispira ed emoziona, il Design sviluppa un concetto e lo trasforma in una funzione: potremmo pensare che i due vadano in direzioni diverse per non dire opposte.

1

2

3

Al evento 2017 09 009

Al evento 2017 09 008

 

Le origini delle mie immagini hanno provenienze diverse. I frammenti vengono estratti dall’archivio, l’ origine è comunque importante perché custodisce tempi e luoghi, che interagiscono con la memoria. Cartoline, fotografie d’architettura e paesaggi, dipinti, foto  personali, si sovrappongono di continuo.

Luca Galofaro

Luca Galofaro è uno dei fondatori dello studio di architettura IaN+. Docente in urban design alla Confluence di Lione, ha insegnato a The Bartlett School of Architecture di Londra, alla Ecole Spéciale d’Architecture di Parigi e alla Kent State University di Firenze.

Autore di numerosi libri, tra cui “Artscapes. Art as an approach to contemporary landscape” (Gustavo Gili, 2003 / Postmediabooks, 2006) e “Aristide Antonas” (Libria, 2015), scrive per Arte e Critica, Domus e Abitare. È autore di due blog di architettura: The Booklist e The Imagelist.

4

6

Img 8642

 

Da parte nostra, volevamo offrire un modo nuovo di vivere l’arte: qui in azienda gli artisti affiancano le loro opere ai nostri oggetti offrendo una nuova visione dell’arte e mettendo in contatto la contemporaneità del design con quella dell’arte.

Andrea Lupi

La storia del connubio arte e design per antoniolupi – La Antonio Lupi non è nuova a collaborazioni con artisti: nel 2007 c’era stata una prima esperienza con Anne e Patrick Poirier, artisti noti a livello internazionale. Le loro opere sono state esposte presso il Centre Georges Pompidou di Parigi, al Palais des Beaux-Arts di Bruxelles, al MOMA, al Museum Moderner Kunst di Vienna, ecc. Vascabarca è stata in assoluto la prima esperienza che Antonio Lupi ha fatto col mondo dell’arte così legato al concetto di unicità e di pura emozione. I due artisti creano un oggetto unico: la scultura di una barca con funzione di vasca. La funzione non prevale sull'emozione: la funzione viene valorizzata come momento assoluto e denso di emozione....il bagnarsi ad arte... Questa opera segna l’inizio di una nuovo percorso che lega sempre di più l'esperienza del design a quella dell'arte, creando un contesto di contaminazione che segna in modo importante la crescita del brand.

Nel 2017 la Antonio Lupi ha infatti sponsorizzato la pubblicazione del libro Vacua Forma, edito da Verbus Editrice: il volume raccoglie i lavori dell’architetto Beniamino Servino in un progetto editoriale che si distingue per il particolare valore artistico. L'opera è composta da 384 pagine; si presenta come una raccolta di testi, disegni e fotografie realizzati da Servino stesso negli ultimi anni. Antonio Lupi con questo avvicinamento al mondo dell’arte desidera essere riconosciuta non solo come produttore di progetti di qualità e di grande bellezza, ma anche come promotore di arricchimento culturale, essendo capace di dar vita ad opere artistiche dalla bellezza intramontabile. Il percorso iniziato da qualche anno va sempre più trovando una sua fisionomia ed ha il potenziale di esprimere una progettualità futura ancora ricca di iniziative originali e stimolanti.