Il progetto, realizzato al 5° piano di uno degli edifici progettati dal grande architetto iracheno Zaha Hadid, si trova a City Life Milano. Nasce con lo scopo di rendere omaggio proprio al grande architetto che scomparve purtroppo durante la progettazione dell’intervento. Tutto il progetto quindi è incentrato sul tentativo di non deturpare le linee volute dal progettista. Lo spazio si distribuisce  attraverso un soggiorno passante dove, nella parete di fronte alle grandi vetrate, vengono realizzate grande specchiere ovali a disegno, per riflettere e mettere in relazione l’interno con i grandi grattacieli antistanti: la Torre Hisozaky e la torre Hadid.

Le specchiere, opportunamente posizionate, rendono quindi la vista a 360° sull’esterno da qualsiasi punto del soggiorno. Lo spazio viene completato da una libreria pensile sospesa, disegnata da Paolo Frello, che si relaziona con il mobile Lc Casiers standard di Le Corbusier. Il bagno ospite è un chiaro omaggio alle linee di Hadid con il lavello Silenzio di antoniolupi. Completano il progetto degli interni un corridoio armadi e camere da letto con mobili a disegno, che si modellano e si plasmano con le linee tipiche dell’edificio.

Mg 5356

Mg 5833

Mg 5698 2

Mg 5571